Month: settembre 2018

Mutuo, estinguerlo in anticipo si può. Ecco come fare

Estinguere in anticipo un mutuo ottenuto per l’acquisto della casa si può. E chi ci è riuscito ha impiegato in media 9,3 anni, un periodo molto inferiore ai circa 23 anni di durata media di questo tipo di finanziamento. Gli italiani che hanno saldato il debito con la banca prima della scadenza naturale del finanziamento sono circa 2,4 milioni. Si tratta dei dati emersi dall’indagine commissionata da Facile.it e Mutui.it a mUp Research con l’ausilio di Norstat, che per analizzare il rapporto tra mutuatari e banche ha interrogato un campione rappresentativo della popolazione nazionale in età compresa tra i 40 e i 74 anni.

Il 27% dei mutui estinti anticipatamente è stato chiuso entro i primi cinque anni

La maggior parte dei mutui italiani prevede un piano di ammortamento detto “alla francese” nel quale la quota di interessi che grava su ogni rata è più alta all’inizio del finanziamento e in seguito diminuisce. Per questo motivo l’estinzione anticipata risulta particolarmente vantaggiosa nei primi anni dalla stipula, quando gli interessi sono maggiori.

Non sorprende quindi che nel 27% dei casi il mutuo estinto anticipatamente sia stato chiuso entro i primi cinque anni dalla stipula, nel 45% tra i 6 e i 10 anni, mentre nel 26% tra gli 11 e i 20 anni. Le tempistiche medie di estinzione anticipata però variano a seconda della zona d’Italia. Se i mutuatari del Nord Est risultano essere i più veloci (8,4 anni), al Sud e Isole i tempi superano in media i 10 anni, riporta Adnkronos.

Le ragioni dell’estinzione anticipata

Ma quali sono le ragioni per le quali gli italiani sono riusciti a estinguere il mutuo prima della scadenza? Nel 25,7% dei casi il finanziamento è stato saldato anticipatamente grazie all’utilizzo di altri risparmi che i mutuatari stessi avevano deciso di non impiegare nel mutuo. Nel 13,3% dei casi i mutuatari hanno destinato alla banca la liquidazione percepita dai genitori in pensione, mentre quasi la stessa percentuale di intervistati ha dichiarato di aver investito il proprio TFR ottenuto a seguito di un licenziamento o cambio d’azienda.

L’11,3%, invece, lo ha estinto solo dopo aver venduto altre proprietà, mentre poco più di 1 (ex) mutuatario su 10 ha dichiarato di aver chiuso il mutuo in anticipo grazie a un’eredità.

Attenzione alle penali

“Estinguere un mutuo anticipatamente non sempre conviene e tale scelta va ponderata con attenzione – spiega Ivano Cresto, responsabile BU Mutui di Facile.it -. Innanzitutto bisogna considerare la presenza di eventuali penali: se il mutuo è stato stipulato dopo il 2 febbraio 2007 non ci sono, ma chi ha ottenuto il finanziamento prima di quella data potrebbe, in caso di estinzione anticipata, vedersi addebitato un costo extra calcolato in misura percentuale sul debito residuo, con aliquota che varia in funzione della tipologia di tasso, dell’anno di sottoscrizione e del numero di rate mancanti”.

Idee per illuminare il corridoio con le strisce led

Gli italiani sembrano aver scoperto il piacere di una illuminazione ben distribuita ed omogenea all’interno di tutti gli ambienti di casa, ed il che lo si denota dal grande interesse che gira attorno alle strisce led. Grazie a questa ottima soluzione, è certamente possibile ottenere una luce più intensa e soddisfacente rispetto quella offerta dalle vecchie lampade ad incandescenza, ma soprattutto più economica ed in grado di rispettare l’ambiente. In particolar modo, uno degli ambienti di casa tipicamente trascurato dal punto di vista dell’illuminazione è il corridoio: questa zona che collega le differenti aree di un appartamento è bene sia sufficientemente illuminata per consentire sempre di potersi muovere in sicurezza, e che possa in qualche modo “guidare” il visitatore rendendo più piacevole la propria permanenza o passaggio.  Le soluzioni a disposizione degli utenti sono davvero tante e ne approfittiamo per ricordare le due più adottate e certamente in grado di offrire risultati concreti.

La prima soluzione per illuminare il corridoio con le strisce led è quella di applicare delle strisce led rivolte verso il soffitto, magari da abbinare ad un portalampade adatto. La luce riflessa sul tetto si distribuirà in maniera uniforme e gradevole all’interno di tutto il corridoio, illuminandolo in maniera ottimale e conferendogli uno stile particolarmente moderno. In alternativa è possibile montare delle strisce led direttamente sul soffitto, come a creare un’unica striscia luminosa, o affiancare una seconda striscia nel caso in cui il corridoio sia particolarmente lungo e spazioso. Per migliorare l’impatto estetico, è possibile installare due ulteriori strisce led all’altezza dello zoccoletto, il che permette di conferire maggiore eleganza a tutto l’ambiente. Su lucefaidate.it trovi le strisce led che fanno al caso tuo, con tutta la possibilità di scelta per quel che riguarda intensità e colore della luce, nonché lunghezza della striscia che potrai tagliare a piacimento.