Month: settembre 2021

Prenotazioni online degli stabilimenti balneari, +200%

Il 2021 è l’anno d’oro per la prenotazione online della spiaggia. Stando ai dati diffusi da Spiagge.it, il portale dedicato ai gestori e agli utenti degli stabilimenti balneari, per evitare di non trovare posto in spiaggia, quest’estate i bagnanti hanno scelto di prenotare sdraio e ombrellone online. Tanto che rispetto allo scorso anno l’incremento delle prenotazioni tramite app degli stabilimenti balneari è cresciuto del 200%, con un anticipo medio pari a 2,8 giorni. La giornata delle vacanze estive che ha fatto registrare un record è stata venerdì 13 agosto, con oltre 8.000 prenotazioni, e sold out per il 70% delle località balneari nel weekend di Ferragosto. Soprattutto per il litorale romagnolo e per la Calabria, che segna un +350% di prenotazioni.

Tra il 10 e il 17 agosto le transazioni sono raddoppiate rispetto al 2020

Se è costante la durata media del soggiorno presso lo stesso stabilimento, pari a 1,5 giorni, risulta in aumento il numero di utenti che nello stesso momento hanno prenotato più di uno stabilimento in giornate diverse (+20% circa). Un dato che fa emergere il trend di organizzare le giornate in spiaggia con più attenzione, e secondo le logiche utilizzate dal booking dei pernottamenti. Non sorprende che le prenotazioni online siano esplose nel periodo più caldo della stagione estiva. Tra il 10 e il 17 agosto le prenotazioni sul portale di Spiagge.it sono raddoppiate rispetto allo stesso periodo del 2020, passando a quota 50.000 transazioni online.

Le spiagge più apprezzate? Quelle del litorale romagnolo e della Calabria

Tra le spiagge più apprezzate spiccano quelle del litorale romagnolo, che ha registrato sold out, con numeri che non si vedevano da almeno 5 anni, quasi raddoppiando le prenotazioni. In particolare, un famoso stabilimento di Rimini ha raggiunto il numero record di prenotazioni da app di 150 ombrelloni nel solo weekend di Ferragosto. Exploit della Calabria, poi, con +350% in termini di prenotazioni online rispetto allo stesso periodo del 2020, e del litorale Veneto (+180%).

Incremento medio del 25% in termini di occupazione dei posti

Per consentire ai bagnanti di godersi il mare senza preoccupazioni o file alle casse dello stabilimento, nell’estate 2021 è quadruplicato il numero di stabilimenti che si sono serviti dello strumento Spiaggia e ristorante, messo a disposizione attraverso il gestionale di Spiagge.it. Questo, evidenziano i founder del portale, ha permesso a sempre più clienti di ordinare, pagare direttamente online e ricevere cibo e bevande direttamente sotto l’ombrellone, in tutta sicurezza, riporta Adnkronos.
“Gli stabilimenti che hanno scelto di digitalizzarsi utilizzando Spiagge.it hanno effettivamente ricevuto un incremento di prenotazioni sia infrasettimanali che nel week end – spiegano i fondatori di Spiagge.it – e registrato un incremento medio del 25% rispetto allo scorso anno in termini di occupazione dei posti”.

L’importanza dei controlli periodici per la prevenzione delle malattie

Fare periodicamente i controlli medici di routine è molto importante poiché, oltre a controllare il proprio stato di salute, è possibile anche andare a rilevare malattie che possono non presentare sintomi e non sono facili da percepire.

La tua età, la tua storia familiare e il tuo stile di vita influenzano la frequenza con cui devi sottoporti ad un controllo con il tuo medico di base o specialista: non aspettare di avere sintomi, è importante abituarsi a prendersi cura di se stessi andando a fare dei controlli regolari.

In particolare, le visite mediche e gli esami di screening sono necessarie per i seguenti motivi:

  • I problemi di salute possono essere individuati in anticipo prima che si trasformino in qualcosa di più serio.
  • Evitare che determinati problemi di salute diventino cronici.
  • Aumentare le possibilità di successo di trattamento e cura.

L’importanza della prevenzione

Conoscere lo stato di salute del tuo corpo attraverso una diagnosi professionale non solo ti aiuterà ad essere cauta o a controllare le malattie, ma ti darà anche maggiore tranquillità. Avrai infatti la serenità del sapere che al momento va tutto bene o, in presenza di eventuali patologie, in caso contrario avrai scoperto con grande anticipo di avere bisogno di determinate cure.

Proprio l’anticipo con la quale avrai scoperto di avere un problema di salute ti consente di avere probabilità di cure e di successo decisamente più alte rispetto il momento in cui la malattia continua a progredire e si manifesta in altra maniera.

Se hai una storia familiare di una determinata malattia o altri fattori di rischio, i controlli sanitari regolari per te sono ancora più importanti.

I controlli di routine per le donne

Se sei una donna, non trascurare la visita senologica e quella ginecologica, il cui scopo principale è la prevenzione e la diagnosi precoce delle alterazioni legate agli organi femminili, incluse le malattie sessualmente trasmissibili e i tumori ginecologici e della mammella.

Alcuni dei test che vengono utilizzati per valutare la tua salute e che dovrebbero essere eseguiti periodicamente sono:

Mammografia : questa è una radiografia del seno per rilevare lo sviluppo del cancro al seno.

Citologia : è un test in cui il ginecologo rimuove le cellule dalla cervice per rilevare lesioni precursori del cancro cervicale e persino infezioni vaginali

Esame pelvico: è una visita in cui vengono palpati gli organi femminili per verificare se le dimensioni e la forma sono normali.

A seconda della tua età e della tua storia, il tuo ginecologo ti consiglierà una colonscopia.

I controlli di routine per gli uomini

Se sei un uomo , ti consigliamo invece i seguenti controlli:

Esame della prostata: serve per rilevare precocemente il cancro alla prostata. L’urologo valuterà le condizioni della tua prostata attraverso un esame rettale e potrebbe anche prescrivere un esame del sangue per l’antigene prostatico specifico (PSA).

Esame testicolare: permette di rilevare cambiamenti nel colore e nella dimensione dei testicoli.

Colonscopia: è un esame medico consigliato per tutte quelle persone dai 50 anni in su (o dai 40 anni se hanno una storia familiare rilevante). Consiste nell’esplorazione dell’interno del colon e del retto per rilevare eventuali anomalie.

L’obiettivo di questi controlli medici è rilevare tutti quei fattori di rischio che consentono di diagnosticare, identificare e prevenire qualsiasi alterazione della salute. Ricorda che l’anticipo con la quale un eventuale problema di salute viene diagnosticato è fondamentale nel garantire maggiori probabilità di successo delle cure.

Per queste ragioni fai bene a contattare il tuo medico di fiducia o specialista e fare delle semplici visite periodiche di controllo ogni anno per avere la certezza che tutto sia a posto.

L’Europass non sempre è il curriculum ideale per trovare lavoro

Quando si decide di creare un nuovo curriculum la prima decisione è quella relativa all’organizzazione dei contenuti. È possibile creare un nuovo cv a partire da zero, oppure affidarsi a modelli standard o predefiniti. Il più diffuso è senza dubbio il cosiddetto formato europeo, anche detto Europass. Se il cv è lo strumento più importante per chi cerca un nuovo lavoro, è necessario pianificarlo nel dettaglio, correggerlo con estrema attenzione, e aggiornarlo regolarmente. Una soluzione è data appunto dall’Europass, lo standard per la redazione dei cv proposto da circa 20 anni dalla Commissione Europea, allo scopo di creare una struttura condivisa per i curricula circolanti nell’Unione. Ma non sempre rappresenta la soluzione ideale.

Garantire una presentazione strutturata e intuitiva delle informazioni del candidato

Insomma, l’Europass è davvero efficace? Non è forse meglio creare il proprio cv a partire da un formato più originale?
A queste domande risponde Carola Adami, co-fondatrice della società di selezione del personale Adami & Associati.
“Il cv in formato europeo presenta indubbiamente dei vantaggi: è stato creato appositamente per garantire una presentazione strutturata e intuitiva delle informazioni del candidato a livello internazionale – spiega Adami -. La peculiarità di questo formato è di presentare un layout preimpostato a colonne, con i nomi delle diverse sezioni che occupano circa 1/3 della pagina nella colonna sinistra, per lasciare quindi alle informazioni sul candidato i restanti 2/3 della pagina”.

Vantaggi e svantaggi del cv in formato europeo

“I vantaggi dell’Europass sono chiari: questo formato facilita la compilazione al candidato, ed è immediatamente intuitivo per il selezionatore – aggiunge l’head hunter -. Va peraltro detto che al giorno d’oggi il formato europeo presenta tre impaginazioni possibili”.
Questo formato presenta però anche alcuni svantaggi. Se “lo scopo del candidato deve essere quello di spiccare sopra agli altri, di distinguersi – commenta Adami – in che modo un formato standard, volto a uniformare i vari profili, può aiutare?”
Di fatto, secondo Adami, “l’impaginazione dell’Europass, per quanto presente attualmente in tre versioni differenti, risulta piuttosto noiosa e superata dal punto di vista della grafica”.

Sconsigliato per chi vuole farsi notare e mettere in luce la propria creatività

“Senza di dubbio è sempre bene avere a portata di mano una versione del proprio curriculum in formato europeo, per il semplice fatto che molti annunci continuano ancora oggi a chiedere in modo specifico questa impaginazione. Detto questo – sottolinea ancora Adami – può essere un buon modello per chi ha poche informazioni da inserire: i giovani con una o due esperienze professionali possono infatti trarre vantaggio dallo spazio ‘occupato’ dalla colonna di sinistra per presentare un cv leggermente più lungo. Viceversa, chi ha tante informazioni da riportare rischia di presentare un documento troppo lungo”.
L’Europass è inoltre sconsigliato per chi vuole farsi notare e mettere in luce la propria creatività. Inoltre, rappresenta una scelta poco saggia per chi vuole mettere in evidenza le proprie competenze, relegate nella parte bassa della struttura.